Come riciclare la plastica

Come riciclare la plastica

Il riciclo della plastica è un argomento molto diffuso negli ultimi tempi. Con l’aumentare dei rifiuti e dei consumi, si cercano sempre più soluzioni sostenibili per la costruzione dei materiali e lo smaltimento dei rifiuti.

I rifiuti plastici sono diventati tantissimi e stanno inquinando il nostro suolo e gli animali che vi abitano, compresi gli esseri umani. È un materiale che impiega molto tempo per degradarsi, infatti, in base alla tipologia, in natura per degradarsi la plastica ci impiega dai 100 ai 1000 anni.

La plastica è il materiale più utilizzato al mondo, poiché viene utilizzato in tutti i campi: dall’abbigliamento al design, dal campo medico a quello aerospaziale e alimentare. Pensiamo anche all’uso quotidiano che facciamo della plastica.

Come risolvere il problema dello smaltimento della plastica? Come diminuire la sua produzione? Scopriamo insieme come smaltire e come riciclare la plastica.


Tipologie di plastica

Esistono diversi tipologie di plastica, vediamo quelle più diffuse.

  • Polietilene (PE): il più comune fra le materie plastiche, è usato principalmente come isolante per cavi elettrici, sacchetti di plastica, contenitori di vario tipo, tubi, bottiglie, cassette, giocattoli, pellicole e altri imballi;
  • Polipropilene (PP): materiale dall'aspetto gommoso, è usato in molti oggetti di uso comune, zerbini e moquette, scolapasta e contenitori per alimenti, cruscotti e paraurti degli autoveicoli, tappi delle bottiglie di plastica, custodie dei CD, oggetti per l'arredamento, le capsule del caffè, mobili da giardino;
  • Cloruro di polivinile (PVC): è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo e può essere modellato nelle forme desiderate. Gli usi più comuni sono cavi elettrici, vaschette per le uova, profili per finestre e porte, tubi, piastrelle, film per imballi;
  • Polietilene tereftalato (PET): è una resina termoplastica adatta al contatto alimentare. Usato principalmente per bottiglie per bevande, contenitori, fibre sintetiche, etichette, pelli per batteria, nastri per cassette, tubi;
  • Polistirene (PS): viene utilizzato in molti settori, usato per produrre vaschette per alimenti, involucri per le uova, barattoli per yogurt, posate, piatti e bicchieri. Una forma di polistirene è anche il Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS), ovvero il comune polistirolo.

 

Come differenziare la plastica?

A causa dei suoi innumerevoli utilizzi e tipologie di plastiche, ci sono molti dubbi circa la sua differenziazione. Ecco i materiali plastici che è possibile buttare nel secchio della plastica:

  • Buste di plastica (ma non i sacchetti biodegradabili che vanno invece nell’organico)
  • Imballaggi come bustine di merendine, buste della pasta, patatine, caffè, surgelati...
  • Bottiglie di plastica
  • Flaconi di detersivi
  • Contenitori delle verdure
  • Polistirolo o polistirene
  • Vasetti per alimenti o barattoli di yogurt
  • Vaschette delle uova in plastica
  • Film plastici e pellicola per alimenti
  • Vaschette per verdura o per salumi
  • Reggette per legatura pacchi
  • Tubetti di plastica per creme, salse, dentifricio
  • Grucce appendiabiti in plastica (anche con gancio in metallo)
  • Pluriball (bolle d'aria)
  • Vasi per piante
  • Imballaggi di trucchi e cosmetici vuoti (burro cacao, rossetto, mascara, ombretto, ecc.)


Cosa non gettare nella plastica?

Ecco, invece, i materiali plastici che non è possibile buttare nella plastica:

  • Bicchieri, piatti e posate di plastica monouso
  • Giocattoli di plastica
  • Elettrodomestici
  • Gomme (qualsiasi tipo di gomma, non va nella plastica ma nell’indifferenziato)

 

Fasi di stoccaggio e riciclo della plastica

Una volta differenziata la plastica, essa viene trasportata nei diversi impianti di riciclaggio.

Negli impianti di riciclaggio la plastica subisce una fase di sminuzzamento e purificazione, dove la plastica viene pulita da ogni impurità. Dopo la fase di purificazione, viene suddivisa prima in base alla dimensione dei materiali e poi in base alla tipologia di polimero e alla colorazione.

Successivamente i polimeri vengono compressi e raccolti in balle di PET e PE, a bassa e alta densità.

Vi sono due tipi di riciclaggio della plastica:

  • Riciclaggio meccanico: è il tipi di lavorazione più diffusa, i materiali vengono suddivisi nelle varie tipologie tramite lavorazione termica o meccanica e trasformati in nuovi prodotti;
  • Riciclaggio chimico: è meno diffusa rispetto la lavorazione meccanica, mira a ottenere materie prime di partenza spezzando le molecole della plastica.

Il riciclo della plastica è più efficace quando si riesce a suddividere in modo più omogeneo i diversi tipi di platiche, ottenendo una materia prima secondaria, con caratteristiche tecniche e chimiche molto simili a quelle iniziali.


Vantaggi del riciclo della plastica

Come detto all’inizio dell’articolo, la plastica rappresenta uno dei materiali di scarto più problematici, poiché è il materiale più utilizzato al mondo ed è anche quello con che impiega molto tempo per degradarsi.

Solo nel settore dell’imballaggio, la plastica rappresenta oltre il 50% dei rifiuti urbani. Per questo motivo riciclare la plastica è diventato di fondamentale importanza.

Riciclando questo materiale non solo si ottengono nuovi prodotti, ma anche energia, calore ed elettricità.

Infatti, come accennato non tutti i materiali plastici sono riciclabili, inoltre, durante la fase di riciclo della plastica, non tutti i materiali vengono riciclati. Al termine del riciclo si formano materiali di scarto plastico che può essere destinata al recupero energetico mediante il processo di termovalorizzazione. Con questi materiali è possibile ricavare combustibili alternativi per la produzione di energia termoelettrica.

Prodotto aggiunto al confronto.

IMBALLAGGI 2000 | COOKIES

Il sito utilizza cookie analitici e di profilazione di prima parte e di terze parti per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del Sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri.