Polistirolo: vantaggi e riciclo

Polistirolo: vantaggi e riciclo

Compatto, leggero ed elastico, è un materiale versatile, facile da lavorare e pratico, riempie gli spazi vuoti e assorbe urti e vibrazioni, proteggendo il prodotto. Ha un'ottima resistenza termica e resiste, inoltre, all'umidità, al sale, a molti acidi e alla maggior parte degli oli.

Scopri tutte le curiosità e caratteristiche del polistirolo.

Polistirene espanso o Polistirolo?

Polistirene espanso o polistirolo? Sono due termini che si riferiscono allo stesso prodotto. Polistirene Espanso (EPS) è il nome scientifico, polistirolo il termine comunemente utilizzato in Italia.

Il polistirolo è un materiale composto per il 98% di aria e per il resto da carbonio ed idrogeno.

Per la protezione delle tue spedizioni, è probabilmente uno dei materiali più economico, si sagoma su disegno ed il suo peso non va ad incidere sui costi di spedizione dell’oggetto finale perché è molto leggero.

Polistirolo: lavorazione

Il polistirolo deriva dal monomero stirene, un idrocarburo.

Una volta trasformato lo stirene in granuli di polistirene, questi ultimi vengono miscelati all’acqua e a una piccola dose di pentano, anch’esso un derivato del petrolio. Poiché il pentano non si scioglie in acqua, si formano dei piccoli granuli. I granuli, dopo qualche mese, vengono soffiati con vapore acqueo bollente, gonfiandoli grazie all’ebollizione del pentano imprigionato nei granuli. I granuli espansi, vengono pressati, formando così lastre di polistirolo, che andranno poi tagliate e distribuite per la lavorazione di prodotti finiti.

Polistirolo: caratteristiche

Grazie alle sue caratteristiche, viene usato principalmente come imballaggio e materiale isolante. Infatti, il polistirolo è un ottimo isolante termico, è traspirante e impermeabile all'acqua. Negli edifici previene la formazione delle muffe e non fa traspirare l’umidità.

Come già detto, il polistirolo è un materiale da imballaggio economico, perché fa ridurre notevolmente i costi di spedizione, essendo molto leggero, versatile e resistente.

Inoltre, il polistirolo può essere adattato a svariate applicazioni e può essere fabbricato in molteplici forme e dimensioni, adattandosi anche all’oggetto e alla scatola da spedire.

Infine, il polistirolo è un materiale durevole e resta inalterato nel tempo. Il suo utilizzo è molto diffuso anche nel settore alimentare, perché è atossico, igienico e non favorisce la crescita di funghi, batteri o altri microorganismi.

Polistirolo: raccolta differenziata

Il polistirolo è riciclabile al 100% e può essere buttato comodamente nel cassonetto della spazzatura insieme a tutti gli altri materiali in plastica.

Per non compromettere tutto il processo di riciclo, il polistirolo andrebbe pulito da eventuali residui di cibo e da altri materiali non riciclabili o non plastici.

Polistirolo: riciclo

In fase di riciclo, il polistirolo viene triturato e successivamente fuso, tramite pressione. Infine, viene rimodellato per ottenere un materiale lavorabile.

Il polistirolo utilizzato nel settore alimentare, spesso è contaminato e richiede una fase iniziale di purificazione del materiale.

Prodotto aggiunto al confronto.

IMBALLAGGI 2000 | COOKIES

Il sito utilizza cookie analitici e di profilazione di prima parte e di terze parti per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del Sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri.