Imballaggi per Alimenti

Imballaggi per Alimenti

Gli imballaggi per alimenti, proprio a perché sono a contatto con gli alimenti, devono rispettare determinati standard. Infatti, devono:

  • Essere atossici e privi di valori nutritivi, per evitare lo sviluppo e la crescita di funghi, batteri o altri microorganismi;
  • Proteggere dalla variazione delle temperature esterne, per evitare l’alterazione degli alimenti;
  • Proteggere dalla migrazione di umidità ed, eventualmente, di grasso;
  • Impedire l’ingresso e uscita di gas e odori;
  • Resistere ai traumi e alle manomissioni, per assicurare l'integrità della merce e facilitarne il trasporto;
  • Essere facili da aprire, eventualmente da richiudere, e da smaltire

Tipologia di imballaggi per alimenti

Esistono diversi tipologie di imballaggi per alimenti. Vediamoli più nel dettaglio:

  • Imballaggio primario: sono a diretto contatto con l’alimento. Esempi di imballaggio primario sono:
    • Scatole Pizza: possono essere formati da 2 strati di carta vegetale e 1 strato nel mezzo di carta kraft o 3 strati di carta vegetale. La differenza è che, se formati da 3 strati di carta vegetale, il cartone può essere messo nel forno a riscaldare la pizza, senza rilasciare sostanze tossiche.
    • Sacchetti di Carta per alimenti:
      ‒ Sacchetti di Carta bianchi: ideali per prodotti di pasticceria, panetteria, rosticceria, friggitoria, bar e ristoranti;
      ‒ Sacchetti di Carta marroni avana: ideali per prodotti di pasticceria, panetteria, rosticceria, friggitoria, gastronomia, frutta e verdura, bar e ristoranti.
    •   Sacchetti in Polietilene per alimenti:
      ‒ Sacchetti in Polietilene aperti: utilizzati per contenere oggetti di piccole, medie e grandi dimensioni, sono perfettamente trasparenti e adatti all’utilizzo con alimenti. Resistenti alle basse e medie temperature, sono ideali anche per l’utilizzo con materiali non alimentari.
      ‒ Buste a Zip o Buste Minigrip: sono sacchetti salvafreschezza in polietilene o polipropilene. Sono caratterizzati da una cerniera richiudibile a pressione.
  • Imballaggio secondario: è un secondo rivestimento esterno, utile per un’ulteriore protezione dell’alimento o per facilitare il trasporto.
  • Imballaggio terziario: è orientato al trasporto. Nei casi particolari di trasporto di prodotti in grandi quantità sfuse, il mezzo di trasporto (cisterna o altro) funge contemporaneamente da imballaggio primario e terziario. Un esempio sono:
    • Shoppers biodegradabili: devono essere ecologiche e resistenti, conformi alle ultime normative Uni En 13432 e legge 28/2012 e seguente legge 2017. Sono perfette per trasportare i prodotti e completamente biodegradabili. Idonee al contatto alimentare, possono essere ri-utilizzate per la raccolta dei rifiuti umidi-organici.
Prodotto aggiunto al confronto.

IMBALLAGGI 2000 | COOKIES

Il sito utilizza cookie analitici e di profilazione di prima parte e di terze parti per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del Sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri.