Packaging personalizzato per E-commerce: perché e come farlo al meglio

Packaging personalizzato per E-commerce: perché e come farlo al meglio  

Packaging personalizzato o Packaging anonimo? Un quesito che tanti business digitali si pongono. Molto spesso le aziende pensano che, sebbene irrisorio, sia un costo superfluo da sostenere; senza pensare a tutti i benefici di immagine e di esperienza cliente che ne possono scaturire.

Per chiarire un po' le idee abbiamo approfondito l’argomento con Davide Marzola, esperto in packaging design presso Imballaggi 2000.

Ciao Davide, da esperto nel settore, quanto pensi sia importante per un'azienda personalizzare il proprio imballaggio?

Oramai sentiamo continuamente parlare di personalizzazione del packaging, un trend che negli ultimi anni è in forte crescita soprattutto per il commercio digitale. Il numero crescente di ordini online e di conseguenza di pacchi che girano, sta facendo sentire sempre più alle aziende la necessità di distinguersi.

Il packaging personalizzato può influenzare il modo in cui i clienti percepiscono un brand; in particolare per le piccole realtà imprenditoriali che hanno bisogno di maggior visibilità, di essere ricordate. Penso con certezza che la personalizzazione oramai è un investimento necessario a cui le aziende devono pensare.

Quali sono i benefici di una personalizzazione?

Il fatto di creare un packaging personalizzato è utile perché permette all’azienda di presentarsi al cliente finale mostrando un’attenzione particolare alla propria immagine. Non solo si percepisce la cura per il prodotto venduto ma anche per quello che sta intorno alla stessa merce. Spedire i prodotti all’interno di una “scatola personale” è un buon plus in termini di marketing e comunicazione.

Quali sono i settori aziendali che ne hanno maggior bisogno?

In primo luogo, tutte quelle aziende che già si sono affermate come E-commerce. Avere una vetrina virtuale implica di dover recapitare la merce al cliente all’interno di un imballaggio e di conseguenza è preferibile personalizzarlo piuttosto che lasciarlo anonimo. Così facendo l’azienda si rende immediatamente riconoscibile all’esterno.

Abbiamo inoltre riscontrato richieste di prodotti personalizzati anche da parte di tutte quelle aziende che si stanno approcciando al commercio online, personalizzare le scatole con il proprio logo è infatti un ottimo biglietto da visita, in quanto mostri al cliente che sei presente anche tramite E-commerce.

Per gli stessi motivi anche le aziende che si rivolgono al B2B richiedono questo tipo di servizio; un nostro cliente che vende materiale per il settore navale usa scatole personalizzate. È un modo strategico per far capire al destinatario, chiunque esso sia che “questo materiale proviene dal mio brand”, senza che ci siano dubbi.

Quali sono i packaging principali che un'azienda dovrebbe personalizzare?

In genere i nostri clienti tendono a richiedere il nastro personalizzato, in quanto sia a livello di costi che di spendibilità ha maggiori vantaggi ed è inoltre una buona firma applicabile ad una qualsiasi scatola anonima.

Personalmente credo che una scatola personalizzata abbia, di contro, maggior impatto rispetto ad un nastro, è un prodotto che rimane più impresso al cliente dato che la stampa del logo aziendale ha una grandezza più elevata.

In che momento dell'anno strategico è necessario farlo?

Di sicuro sotto le festività o in occasione di determinati eventi, uno dei quali è sicuramente il periodo del Black Friday in cui a fronte di elevate scontistiche si prevedono vendite maggiori. Per cui direi l’arco di tempo tra ottobre e novembre, periodo in cui effettivamente riscontriamo vendite maggiori di questo tipo di servizio. In ogni caso, creare il proprio prodotto personalizzato è una scelta che si riversa in visibilità, utile e strategica in qualsiasi occasione.

Prodotto aggiunto al confronto.
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri.